Illustrazione ed editoria invadono il cuore di Palermo

Illustrazione, grafica, autoproduzione, editoria indipendente: dal 27 al 29 settembre torna il festival CiCiRi che, come sempre, invade per un intero weekend vicoli, piazze, spazi culturali del centro storico di Palermo.

Più di cento tra illustratori, grafici, piccoli editori e collettivi provenienti da tutta Italia danno vita a un percorso espositivo diffuso concentrandosi principalmente ai Lattarini, lungo le strade del vecchio quartiere arabo che fu mercato dei droghieri e delle spezie, oggi protagonista di un lento ma ostinato processo di rigenerazione urbana.

Non a caso il ricco programma di eventi - che spaziano tra incontri, talk, esposizioni, workshop e attività per tutti i gusti - quest'anno è dedicato al tema della strada, luogo per eccellenza del vivere quotidiano, spazio di condivisione e della collettività, di incontro e scontro, di movimento, di comunicazione e di espressione.

"Ciciri" in siculo vuol dire ceci, piccoli, tondi e gustosi come le tante realtà che si dedicano all’autoproduzione in modo artigianale e indipendente. L’idea è di dare vita ad una settimana di connessioni, di creare una rete tra artisti e case editrici indipendenti anche molto distanti tra loro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

libri

Microeditoria… spazio ai lunatici

«Diciassette anni fa l’abbiamo sognata, inventata e creata. Oggi è una delle realtà più importanti del suo genere. Una vetrina unica per i microeditori che arrivano da tutta Italia».È con giustificato orgoglio che i promotori Leggi tutto…

libri

Il «librifero»: da frigorifero abbandonato a libreria

A Foggia hanno recuperato, ripulito e colorato un vecchio frigorifero abbandonato, trasformandolo in una piccola libreria. I volontari di TrashChallenge Foggia, Funny Bike e Velò, hanno trasportato il Librifero per le strade di Foggia in Leggi tutto…

letture

Le casette dei libri

Masciago Primo è uno dei paesi più affascinati della Valcuvia. Camminare per le sue stradine è piacevole e ora ci si può imbattere nelle «Casette dei libri».Ti avvicini e ti accorgi che sono casette davvero Leggi tutto…