Bibliobus... un libro ovunque

Una vera e propria biblioteca su ruote a disposizione della cittadinanza: è il Bibliobus.
Parcheggiato in piazza della Resistenza, davanti alla casa comunale, il Bibliobus attrezzato come una vera biblioteca con varie sezioni specifiche (saggistica, letteratura, arte...) è stato oggetto prima della curiosità e poi dell'interessamento delle tante persone che si sono avvicinate a questo innovativo modo di proporre cultura voluto dall'amministrazione comunale di Crotone.

Nella sala consiliare l'assessore alla Cultura Piero Cotronei, il dirigente del settore cultura Vincenzo Scalera e la responsabile della Biblioteca Comunale Luciana Proietto hanno illustrato i dettagli dell'iniziativa.
Con loro Valeria Cassano, Melania Tesoriere, Francesco Pupa, Luigina Rotondo, gli operatori sul territorio, che sono le vere anime del progetto in quanto non semplici "distributori" ma parte attiva dell'incontro tra i libri e cittadini.

Il progetto «Bibliobus... un libro ovunque - ha spiegato l'assessore Cotronei - ha lo scopo di diffondere l'amore per la lettura e la cultura non più solo all'interno della nostra biblioteca comunale che rappresenta, comunque, una delle più belle realtà della città, ma anche in mezzo alla gente andando direttamente nelle strade e nei quartieri con una biblioteca itinerante. Il Bibliobus è qualcosa in più di una sorta di piccola biblioteca che si muove su ruote;  è un servizio che vuole contribuire allo sviluppo e alla diffusione della lettura, anche per quelli che sono refrattari ad entrare all'interno di una libreria o di una biblioteca».
«Ma soprattutto - ha proseguito Cotronei l'intenzione della Giunta Vallone attraverso questo progetto è di raggiungere quegli utenti potenziali che per qualsiasi ragione non possono usufruire dei servizi ordinari ma che hanno diritto ad avere ugualmente accesso al servizio bibliotecario».
Il riferimento dell'assessore è allo specifico servizio che sarà effettuato presso l'Ospedale civile "S. Giovanni di Dio" e presso la Casa circondariale di Crotone, facendo sì che il bibliobus diventi a tutti gli effetti il "mezzo" per rendere disponibili i servizi bibliotecari a chi non può recarsi nella sede centrale.
In particolare nell'Ospedale sono previste attività come la lettura con i bambini nel reparto pediatria e un servizio di prestito nei reparti e una postazione fissa di riferimento all'interno della struttura.
È previsto, inoltre, un servizio di prestito e consegna domiciliare per gli utenti disabili e presso le scuole.
«Un libro è qualcosa di più di una copertina e di qualche pagina stampata: un libro può essere una speranza» ha concluso Cotronei.

Luciana Proietto responsabile della Biblioteca Comunale ha spiegato le modalità del servizio: «le attività complessive del progetto sono già cominciate nel novembre scorso con un laboratorio di lettura, fonetica e dizione e un laboratorio teatrale presso le scuole e laboratori di lettura presso l'Ospedale civile e presso la Casa Circondariale le cui strutture saranno interessate anche dal servizio di prestito bibliotecario attraverso il Bibliobus. Il servizio - ha aggiunto la Proietto - sarà ancora portato per le strade della città, con particolare attenzione per le zone periferiche e sarà attivato un servizio a domicilio per gli utenti affetti da disabilità».


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

news

L’ultima passarella per Estate in moda

Lo dice il direttore artistico e ideatore dell’evento Fabio Zumpano nell’ultimo atto della sfilata che ha celebrato i 20 anni di una kermesse che ha fatto crescere la moda nel territorio di Corigliano-Rossano.«Estate in moda Leggi tutto…

news

Estate in moda

Estate in moda La notte più glamour di tutto lo Jonio cosentino sta per ritornare con un unico, grande, irripetibile e imperdibile appuntamento. “Estate in moda” compie venti anni nell’edizione 2019 che si terrà venerdì Leggi tutto…

libri

Rende Book Festival 2019

Ritorna il RENDE BOOK FESTIVAL con la sua seconda edizione. 
Unico nel suo genere nella Regione Calabria il festival nasce dalla volontà dell’associazione CO.RE. di valorizzare il centro storico di Rende e incentivare il turismo Leggi tutto…