Storie di libri sopravvissuti

.  .  .

(fonte: artribune.com)

Nella Sala del Tesoro del Castello Sforzesco, a Milano, fino al 14 aprile, in mostra codici e libri a stampa dall’VIII al XVIII secolo dalle collezioni della Biblioteca Trivulziana. Scelti non per la loro bellezza o il loro contenuto ma: strappati, bruciati, imbarcati, tagliuzzati, sbocconcellati e scalcagnati. Gli esemplari esposti testimoniano del libro come oggetto fragile e bisognoso di cure speciali perché il suo messaggio di conoscenza possa superare indenne gli imprevisti del tempo e degli uomini.

 

IL PERCORSO

La mostra offre una riflessione sul lunghissimo passato del libro, tramite un percorso scandito dalle facezie del curioso manuale di Gaetano Volpi (1756) che descrive con briosa eleganza i pericoli nei quali tanti volumi sono incorsi nei secoli, scampandone malconci come quelli in mostra o peggio (e sono tanti) rimanendone fatalmente vittima. Oltre all’acqua e al fuoco, sono i topi di biblioteca (lettori e roditori) gli acerrimi nemici dei libri, e quelli che scampano ai morsi degli ingordi animaletti soccombono a rifilature inopportune, variopinti découpage di miniature e altre insospettabili intemperanze, come un fiorellino poeticamente serbato tra le pagine. Lettori sbadati e poco accorti, ma anche libri che si arrendono alle troppo assidue ed entusiastiche consultazioni o alla curiosità degli studiosi.
Grande cura è posta nel rendere fruibile a tutti una mostra potenzialmente di nicchia, e dopo aver toccato con mano i diversi materiali (pergamene, carte, pellami) che fanno l’anatomia dell’oggetto-libro, i visitatori possono gioiosamente contribuire alla “distruzione” di un voluminoso graduale settecentesco già consunto dal tocco di tante pie mani di lettori.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

news

Oltre mille persone a «Rifugi InCantati»

A Monte Curcio festa doveva essere e festa è stata. Una festa a cui hanno partecipato oltre 1200 persone che hanno assistito al concerto della Bandabardò, culmine della giornata di «Rifugi inCantati, musica, escursioni e Leggi tutto…

libri

Bari, cassonetto pieno di libri diventa una biblioteca a cielo aperto

Una foto pubblicata su Facebook viene condivisa e in tanti si sono mossi per salvare alcuni dei volumi presenti: «Abbiamo organizzato una piccola libreria clandestina». Un vero e proprio tesoro gettato nella spazzatura. A Bari Leggi tutto…

news

Pochi giorni al ritorno di Rifugi InCantati

Mancano pochi giorni al ritorno di “Rifugi inCantati, musica, escursioni e gastronomia sulle vette silane” voluto dal G.A.L. Sila Sviluppo dopo la prima parte che si è tenuta a marzo, e al gran concerto della Leggi tutto…