Feminism 2, Fiera dell’editoria delle donne in Italia

Secondo annuale appuntamento per Feminism, unica Fiera dell’editoria delle donne in Italia, che si inaugura l’8 marzo, all’insegna della festa e del confronto sempre con ingresso gratuito.

Dopo il grande successo dell’anno scorso mediatico e di pubblico, arrivano tre intensi giorni di incontri ed eventi alla Casa Internazionale delle Donne di Roma, in piena sintonia con lo sciopero femminista e per ribadire lo stato di agitazione permanente “La Casa Siamo Tutte”.

La seconda edizione, con ospiti di calibro nazionale e internazionale, segue un filo conduttore, “Passa le parole”, che vuole sottolineare quanto i libri trasmettano saperi, per creare confronti di genere e culture.

Madrine d’eccezione la scrittrice pluripremiata Michela Murgia e la storica statunitense Max Dashu attivista femminista e fondatrice nel 1970 dei Suppressed Histories Archives e Vandana Shiva la teorica più nota dell’ecologia sociale, fisica quantistica ed economista militante ambientalista, che taglieranno il nastro alle ore 14.00 di venerdì 8 marzo.

IL PROGRAMMA

Un calendario fitto di eventi costruito in sintonia con le settanta Case Editrici partecipanti.

La Fiera propone tre interessanti e attualissimi “Focus”.

Il primo coordinato da Maria Vittoria Vittori, è dedicato all’editoria dell’infanzia e dell’adolescenza: “Piccole ribelli crescono”, nella convinzione che soprattutto alle bambine di oggi e donne di domani dobbiamo “passare parole” ricche di esperienze e saperi.

Il secondo Focus è un’incursione nell’analisi dei linguaggi dove le parole e i generi si amalgamano felicemente: il fumetto, le serie Tv e la graphic novel. “Laboratori dell’immaginario”.

Il terzo Focus coordinato da Lidia Curti sarà dedicato all’“Afrofuturismo femminista” e indaga nell’immaginario narrativo, artistico o musicale i temi della differenza sessuale e di genere, della migrazione odierna e della devastazione del pianeta.

 

 

 

 

 

 

LA LOCATION

La Casa Internazionale delle Donne, con le sue molte e bellissime sale e gli spazi comuni: cortili e giardini, ristorante, bar e biblioteca, offre al pubblico un ambiente diversificato e confortevole nel cuore di Trastevere in cui incontrare libri, autrici e coraggiose case editrici.

Un luogo straordinario, dove le donne vivono e trasmettono saperi e che ancora oggi è a rischio di chiusura. E noi invece, vogliamo continuare a esserci.

Per saperne di più, clicca qui


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

news

Partita la Cosenza Fashion Week

Inizia sotto i migliori auspici la terza edizione della Cosenza Fashion Week della patron Giada Falcone e della sua “A pois eventi”. Il Castello Svevo è stata infatti la cornice inaugurale perfetta per la prima Leggi tutto…

letture

Meglio i libri illustrati che i tablet

Meglio i libri illustrati che i tablet (fonte: fanpage.it) Non è strano ormai vedere genitori che per far giocare i propri bambini danno loro smartphones o tablet. Ormai il mondo va così e, mentre tutti Leggi tutto…

news

Cosenza Fashion Week 2019

Cosenza Fashion Week 2019 È tutto pronto. Cosenza sta per diventare centro della moda grazie alla terza edizione della Cosenza Fashion Week della patron Giada Falcone e della sua “A pois eventi”.  Dal 19 al Leggi tutto…