Morto Mark Hollis, l'antidivo del pop 

Leader e fondatore dei Talk Talk aveva raggiunto il successo internazionale negli anni ’80, ma non aveva nulla della presunta spensieratezza con cui è stato archiviato quel decennio. A dare notizia della sua scomparsa i tweet del collega The The e del cugino scrittore Anthony Costello.

La partenza dei Talk Talk seguì la scia del filone new romantic con l'album The party's over, pubblicato nel 1982, ma quella fascinazione durò molto poco. Il successo arrivò due anni dopo con l'album (e la canzone) It's my life.

Dopo un altro album più o meno in linea con il disco del boom iniziò a esplorare terreni sempre più complicati. Laughing stock del 1991 è uno dei dischi più coraggiosi degli anni Novanta, fatto di ritmiche non lineari, di rumori, di inserti classici e di una astratta malinconia. Esaltato dalla critica, Hollis non ottenne nessun successo commerciale.

Persi per strada i suoi due compagni, continuò a sperimentare pubblicando ben sette anni dopo un album solista intitolato semplicemente Mark Hollis. Un disco elusivo, specchio della sua volontà di rendersi sempre più invisibile e lontano dal rumore dello star system. Da quel momento in poi Hollis ha iniziato il suo lento ritiro dalle scene lasciando spazio solo a rare collaborazioni.

 

 

 

5 canzoni per ricordare Mark Hollis


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

letture

Premio Strega 2019, annunciata la dozzina

Premio Strega 2019, annunciata la dozzina Nel weekend scorso è stata ufficializzata, fra conferme e sorprese, la cosiddetta dozzina dei libri da cui si sceglieranno i cinque finalisti dell’ambito riconoscimento letterario.È stata annunciata durante la Leggi tutto…

libri

Book Pride 2019. Tiriamo le somme

Book Pride 2019. Tiriamo le somme Con un numero di presenze stimabili di circa 35 mila visitatori, si è conclusa domenica 17 marzo 2019 a Fabbrica del Vapore di Milano la quinta edizione di Book Leggi tutto…

libri

Storie di libri sopravvissuti

Storie di libri sopravvissuti.  .  .(fonte: artribune.com)Nella Sala del Tesoro del Castello Sforzesco, a Milano, fino al 14 aprile, in mostra codici e libri a stampa dall’VIII al XVIII secolo dalle collezioni della Biblioteca Trivulziana. Leggi tutto…